I Nostri Bestsellers

Scopri tutti i nostri prodotti

come organizzare i cassetti

Come organizzare i cassetti per sfruttare al massimo lo spazio

Ti interessa capire come organizzare i cassetti della cucina, del bagno o dell’armadio? Allora questa guida fa per te!

I cassetti, si sa, possono diventare una risorsa super preziosa per contenere di tutto e di più, ma soltanto se saprai come sfruttarli al meglio, e come ottimizzare lo spazio a tua disposizione. Dalla cucina all’armadio, passando per la camera da letto, ogni mobile o cassettiera richiede un approccio specifico, per ottenere un risultato che possa dirsi realmente positivo. Non preoccuparti, perché in questa guida scopriremo i consigli più utili per organizzarti alla perfezione in ogni situazione possibile.

Come organizzare i cassetti della cucina?

I cassetti della cucina sono i più “pericolosi”, perché spesso tendiamo ad aprirli e a buttarci dentro tutto ciò che ci capita fra le mani, combinando un autentico disastro. Un esempio concreto? Gli stracci e gli strofinacci, che appallottoliamo e infiliamo dentro al cassetto senza alcun ritegno. Un vero problema, dato che in questo modo riempiremo il cassetto di briciole, e inoltre creeremo una situazione ideale per la proliferazione di muffe e batteri, se avremo la sfortunata idea di metterci anche gli stracci ancora umidi.

La prima cosa da fare, dunque, è “scotolare” lo straccio per liberarlo da tutto lo sporco possibile e immaginabile. Se lo strofinaccio è sporco, prima di conservarlo bisogna lavarlo e asciugarlo alla perfezione. Ovviamente prima di inserirlo nel cassetto sarà il caso di piegarlo, così da ottimizzare lo spazio a nostra disposizione, avendo poi la possibilità di recuperarlo più facilmente. La regola del decluttering vale anche qui: in sintesi, cerca di liberarti di tutte le pezze rovinate, macchiate e irrecuperabili!

È possibile piegare gli strofinacci approfittando del metodo KonMari, quindi arrotolandoli come un involtino oppure piegandoli come un origami. E le pentole? Il cassetto apposito può essere ottimizzato utilizzando dei divisori, così da creare delle nicchie perfette per sistemare lateralmente i coperchi. Per quel che riguarda le posate, ti consigliamo di usare un apposito contenitore suddiviso in scomparti, così da separare cucchiai, coltelli, forchette e via discorrendo.

Come organizzare i cassetti del bagno?

Se hai la necessità di organizzare il bagno, concentrandoti sui cassetti, sappi che anche in questo caso le soluzioni non mancano di certo. Gli scomparti interni sono la scelta più azzeccata per ottenere la possibilità di fare ordine, e online si possono trovare diversi accessori da piazzare nel cassetto, per suddividere le cose in base alla tipologia. È chiaro che le nicchie più vicine a te dovrebbero ospitare i prodotti che usi più spesso, come quelli per la detersione mattutina del viso, le creme e il make up. Anche i porta-oggetti per cassetti sono una soluzione pratica e intelligente per organizzare tutto alla perfezione!

Può diventare leggermente più complesso organizzare i cassetti con gli asciugamani, soprattutto se si possiede un bagno piccolo e se manca fisicamente la possibilità di inserirli. In tal caso potresti tenere in considerazione alcune soluzioni, che ti consigliamo di approfondire leggendo il nostro articolo su come tenere in ordine la biancheria di casa. Nello specifico, potresti sistemare asciugamani, tovaglie e accappatoi nel cassettone in camera da letto, se proprio non hai alternative in bagno.

Ci sono anche altre opzioni come i porta-asciugamani da inserire dentro il mobiletto del bagno. Non mancano altri consigli utili, come il seguente: se hai più cassetti a disposizione, dedica ognuno di essi ad uno scopo preciso, ovvero ad una tipologia specifica di prodotti. Un cassetto per i cosmetici, uno per i medicinali, uno per il corpo e uno per il viso.

Come organizzare i cassetti dell’armadio?

Anche in questo caso, è importantissimo imparare come si piegano nel modo corretto gli indumenti, a partire da quelli più ingombranti, come i jeans. Il metodo KonMari, ideato da Marie Kondo, può aiutarti come sempre a trovare la soluzione ad ogni necessità.

Non solo jeans e capi ingombranti, perché anche i calzini richiedono di essere piegati in modo tale da minimizzare lo spazio occupato nei cassetti dell’armadio. Potresti ad esempio piegarli in 3 parti e sistemarli in verticale. Evita di appallottolarli e di fermarli con il loro elastico, per un motivo molto semplice: quest’ultimo potrebbe allargarsi rovinando il calzino!

Naturalmente, mai come in questo caso, c’è un accessorio che può diventare vitale quando decidi di organizzare i cassetti dell’armadio come un maestro dell’ordine. Ti stiamo parlando degli organizer per biancheria, ovvero delle scatole aperte che potrai inserire dentro al cassetto, così da suddividere capi e indumenti per tipologia. Grazie a questi organizer potrai ad esempio dedicare uno scomparto ai reggiseni, uno ai calzini, un altro alle mutande e via discorrendo.

Ti assicuriamo che non esiste goduria migliore di questa: far scorrere il cassetto dell’armadio e ritrovarsi di fronte un ordine totale, con la possibilità di prendere ciò che ti serve risparmiando tempo, bile e fatica. Chiaramente queste scatole possono essere usate per contenere di tutto e di più, compresi accessori come le cinture, le canottiere, le t-shirt, le cravatte, le sciarpe e molto altro ancora.

Per il resto, ti suggeriamo di dare uno sguardo al nostro tutorial su come si organizza un armadio, per completare l’opera e per sistemare tutto come si deve!

Organizzare i cassetti per sfruttare al massimo lo spazio

Ci sono alcuni consigli generici che possono essere applicati in qualsiasi occasione, dall’organizzazione dei cassetti dell’armadio fino ad arrivare a quelli del bagno, o della cucina. Abbiamo già citato il decluttering, ovvero la necessità di sbarazzarti di tutte le cose rovinate o che non usi più. A questa regola se ne aggiunge un’altra: evita sempre di cacciare le cose dentro al cassetto alla rinfusa, senza averle prima piegate con cura, anche per evitare che possano rovinarsi.

Inoltre, ti suggeriamo di suddividere sempre le cose nei cassetti per tipologia, ad esempio separando i vestiti fuori stagione da quelli che invece indossi quotidianamente. Potresti anche suddividere i capi eleganti da quelli casual, piegandoli come sempre con il metodo di Marie Kondo. Una volta fatto questo, puoi aggiungere un pizzico di perfezionismo e organizzarli secondo un ordine cromatico, per consentire all’occhio di individuare subito ciò che ti serve sul momento.

Per il resto, lo spazio interno dei cassetti può essere ottimizzato in mille modi diversi. Fermo restando che gli organizer rappresentano la soluzione migliore, volendo potresti anche usare le scatole classiche o addirittura i fermalibri in metallo. Questi ultimi, però, hanno il pessimo vizio di muoversi dentro al cassetto, a meno di non fissarli con un tocco di fai da te. Inoltre, sono più efficaci con capi pesanti come i jeans!

Altri articoli consigliati per te:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post