I Nostri Bestsellers

Scopri tutti i nostri prodotti

metodo marie kondo per larmadio la linea guida da seguire

Metodo Marie Kondo per l’armadio: la linea guida da seguire

Il tuo armadio trabocca di vestiti, scarpe e accessori che non indossi mai? Se è così, è il momento di riordinarlo usando il metodo Kondo (noto anche come KonMari). Questo sistema prende il nome dalla famosa specialista giapponese Marie Kondo, e consiste nello sbarazzarsi di tutto ciò che nel tuo guardaroba non “suscita gioia” o risulta inutile.

Ecco una guida che ti aiuterà ad applicare il metodo Marie Kondo per organizzare l’armadio.

Metodo Marie Kondo per l’armadio: i passaggi fondamentali

1. Svuota il tuo armadio

Il primo passo per riordinare il tuo armadio, seguendo il metodo Kondo, è svuotarlo completamente. Sì, questo significa che dovrai tirare fuori tutto, dai vestiti alle scarpe, passando per le borse e qualsiasi altro accessorio.

Una volta che avrai svuotato l’armadio, potrai iniziare il processo per decidere cosa tenere e cosa eliminare, seguendo le regole del metodo KonMari. Un altro consiglio: quando svuoti l’armadio sistema i vestiti e gli accessori sul letto, così da averne un’anteprima. In questo modo, più avanti, sarà più semplice decidere cosa tenere e cosa buttare.

2. Ordina i tuoi vestiti

Il passo successivo è ordinare i tuoi vestiti uno per uno, tenendo ogni capo tra le mani, concentrandoti e chiedendoti: quale emozione mi suscita questo abito? Se ti regala gioia, tienilo, mentre in caso contrario scartalo e sbarazzatene.

Secondo Marie Kondo questa è una fase catartica: ti aiuta infatti a renderti conto di quanti vestiti e accessori inutili hai conservato per anni, soltanto perché ti legavano ad una certa pagina della tua vita.

In realtà Marie Kondo aggiunge un altro elemento, ed è il seguente: anche se un vestito ti regala gioia, dovresti valutare di buttarlo, se non lo usi mai. Perché le emozioni fanno bene ma soltanto fino a quando non interferiscono con l’ordine in casa, che deve avere la precedenza su tutto.

In sintesi, può andar bene una via di mezzo: tieni le cose alle quali sei più affezionato, e valuta di regalare le altre, anche se ti piacciono o sei legato a loro.

3. Regalare, vendere o buttare i capi superflui

Una volta che hai esaminato tutti i tuoi vestiti e li hai ordinati in due pile (da tenere e da scartare), è il momento di decidere cosa fare con gli oggetti del secondo gruppo. In generale, hai tre opzioni: donarli, venderli o buttarli.

Se un articolo è in buone condizioni, puoi regalarlo ad un negozio dell’usato locale o ad un ente di beneficenza. Se un vestito è in cattive condizioni, dovresti gettarlo subito nel sacco dell’indifferenziato.

Infine, se è in condizioni dignitose e vuoi trarne profitto, potresti valutare di venderlo online. Ci sono tanti e-commerce e app specializzati in vestiti usati o vintage.

4. Organizzare l’armadio

Adesso arriva il momento di conservare nell’armadio ciò che è rimasto. Inizia raggruppando elementi simili in categorie, e all’interno di ciascun gruppo disponi gli abiti e gli accessori in base al colore (dal più chiaro al più scuro).

Infine, appendi tutte le magliette e i pantaloni, e piega tutti i maglioni e i jeans. Gli indumenti intimi possono essere a loro volta piegati e inseriti nei cassetti, o negli appositi organizer. Et voilà: con pochi passaggi avrai finalmente organizzato il tuo armadio con il metodo Marie Kondo.

Prima di andare avanti, dobbiamo approfondire un argomento importante: gli accessori che ti aiuteranno ad organizzare al meglio il tuo armadio. Sul nostro shop puoi trovare vari organizer e scatole perfetti per lo scopo, e si tratta dei seguenti:

Usando questi prodotti, potrai ottimizzare lo spazio e sfruttare in modo ulteriore i vantaggi del metodo Marie Kondo per l’armadio.

Metodo Marie Kondo per l’armadio dei bambini

L’idea alla base del metodo KonMari può essere applicata a qualsiasi tipo di armadio, compresi quelli dei bambini.

Gli armadi dei bimbi sono spesso pieni di vestiti troppo piccoli o non più utilizzati, e questo è normale: i bambini crescono rapidamente e i loro gusti cambiano nel tempo. Il problema è che, se non li si tiene in ordine, la situazione può facilmente degenerare in un disastro. Ecco alcuni consigli su come applicare il metodo Marie Kondo all’armadio dei tuoi figli:

  • Coinvolgere i bambini nel processo di decluttering: una buona idea è coinvolgere i bimbi nel processo di decluttering, dunque nella selezione dei capi da tenere e dei vestiti da buttare o regalare. Questo insegnerà loro ad essere più consapevoli di ciò che possiedono, e li aiuterà a sviluppare il senso dell’ordine.
  • Ringraziare sempre: Marie Kondo spiega che, quando ci si disfa di qualcosa, bisogna sempre ringraziare quel vestito o quell’accessorio. Può diventare un momento divertente per far ridere i bimbi e per coinvolgerli ancor di più.

Per il resto, il sistema è identico a quello visto in precedenza, il che comprende anche la necessità di utilizzare degli organizer.

Altri articoli consigliati per te:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post