I Nostri Bestsellers

Scopri tutti i nostri prodotti

come piegare le camicie

Come piegare le camicie: le tecniche e i consigli

Le camicie sgualcite e stropicciate non sono mai un bel vedere, quindi vale la pena di imparare alcune tecniche per piegarle nella maniera corretta. In questo modo, infatti, sarà molto più semplice riporle nell’armadio o in valigia, evitando che possano rovinarsi od occupare troppo spazio. Esistono diversi modi per piegare le camicie, e noi oggi scopriremo insieme quali sono le tecniche corrette e i migliori consigli per riuscirci.

Come piegare le camicie step by step

Si comincia con una tecnica che può essere considerata “universale”, e che può andar bene per qualsiasi tipo di camicia. Si tratta inoltre di un’ottima base di partenza, utile per fare esperienza e per apprendere con maggiore facilità le tecniche più complesse. Ed ecco una guida step by step.

  • Il primo passo consiste nell’appoggiare la camicia su un letto o su qualsiasi ripiano.
  • A questo punto si piega un lato della camicia verso il centro.
  • Bisogna ripetere questo passaggio piegando anche l’altro lato della camicia.
  • Una volta piegati entrambi i lati, si piega la camicia a metà dall’alto verso il basso.
  • Infine, prendi la camicia dal letto, dalle una delicata scrollata e conservala.

Piegare le camicie può sembrare un compito semplice, ma in realtà è una vera e propria arte. Per capirlo basta ammirare alcune delle tecniche più sopraffine, come quella ideata da Marie Kondo, che approfondiremo fra poco.

Come piegare le camicie in valigia?

Se stai per partire per un viaggio e vuoi portare con te le tue camicie preferite, ma non vuoi occupare troppo spazio in valigia o rischiare di sgualcirle, c’è una tecnica da seguire. Anche in questo caso, il punto di partenza è posare la camicia su un letto, dopo averla abbottonata completamente.

La tecnica è esattamente la stessa, quindi bisogna piegare un lato della camicia verso il centro, ripetere questo passaggio con l’altro lato della camicia e infine piegarla dall’alto verso il basso. Rispetto a prima, però, ci sono alcune accortezze da seguire per evitare le classiche sgualciture che si formano quando conserviamo le camicie nel bagaglio.

  • Stirare e inamidare la camicia: stirando e inamidando la camicia, eviterai che possa sviluppare pieghe e sgualcirsi.
  • Usa un contenitore apposito: puoi organizzare il bagaglio usando gli organizer per valigia, dedicando uno scomparto apposito alle tue camicie.
  • Evita di sovrapporre abiti od oggetti pesanti: le camicie devono essere sempre messe in cima, per evitare che il peso eccessivo possa sgualcirle o spiegazzarle.
  • Usa una sciarpa: avvolgere ogni camicia in una sciarpa sottile la proteggerà ulteriormente dalle pieghe.
  • Utilizza un modello in cartoncino: il modello rettangolare in cartoncino è un valido alleato per piegare le camicie evitando sgualciture, quando poi le metterai in valigia.

Come puoi vedere, anche se la sostanza non cambia, in realtà conviene sempre organizzarsi con qualche piccolo accorgimento extra. In questo modo potrai contare su una camicia perfettamente “in linea”, dunque pronta per essere indossata per un meeting, per un colloquio o per un evento elegante.

Come piegare le camicie col metodo Marie Kondo?

Il metodo KonMari, ideato da Marie Kondo, utilizza una particolare tecnica per piegare le camicie. La base di partenza è come sempre la stessa, ma si conclude con il classico “arrotolamento”, che troviamo spesso nelle tecniche impiegate dalla nota influencer giapponese. Ecco una guida passo dopo passo.

  • Distendi la camicia su un ripiano, con la schiena rivolta verso l’alto.
  • Piega un lato della camicia verso il centro, e fai lo stesso con la manica.
  • Ripeti l’operazione anche per l’altro lato (e l’altra manica).
  • Adesso, partendo dal basso, inizia ad arrotolare la camicia verso l’alto.

Di solito bastano 3 arrotolamenti per piegare la camicia, compattandola, proteggendola dalle pieghe e ottimizzando al massimo lo spazio in valigia o nel guardaroba.

Come piegare le camicie stirate?

Anche in questo caso, la tecnica non cambia. Di contro, per mantenere alla perfezione una camicia appena stirata, è importante piegarla usando il già citato modello in cartoncino. Se non lo hai, non devi preoccuparti, perché può essere usato un qualsiasi foglio di cartoncino in formato A4. Dopo che avrai finito di piegare la tua camicia, se non devi metterla in valigia, ricordati di estrarre il foglio di cartoncino.

L’alternativa: i sacchi sottovuoto

Se devi conservare una camicia, perché non ti serve nel breve periodo, puoi piegarla e metterla all’interno di un sacchetto sottovuoto. Ovviamente questa operazione non la proteggerà dalle pieghe, però le farà occupare meno spazio e la terrà al riparo dalla polvere, dagli acari e dallo sporco in generale.

Come puoi vedere, esistono molti modi diversi per piegare una camicia, a seconda delle tue esigenze. I sistemi visti oggi ti aiuteranno a ridurre al minimo sindacale il rischio che possano sgualcirsi e rovinarsi, ottenendo anche un’ottimizzazione dello spazio in valigia o nell’armadio.

Altri articoli consigliati per te:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post