I Nostri Bestsellers

Scopri tutti i nostri prodotti

come sfruttare lo spazio del letto contenitore

Come sfruttare al massimo lo spazio del contenitore sottoletto

Se stai cercando di capire come sfruttare al massimo lo spazio del contenitore sottoletto, in questa guida troverai le risposte!

Saper organizzare il contenitore del letto vuol dire avere la possibilità di sfruttare uno spazio altrimenti inutilizzato. Soprattutto chi vive in una casa piccola non può certo permettersi un tale spreco: ogni centimetro, se utilizzato nella maniera corretta, può diventare una preziosissima risorsa per fare ordine. Ed ecco che i letti contenitore possono diventare un alleato davvero fondamentale, per massimizzare lo spazio in camera e per avere a propria disposizione una grande nicchia aggiuntiva.

Come organizzare il contenitore del letto?

Di norma i letti contenitore hanno uno spazio piuttosto ampio, che si addice alla perfezione alla conservazione di capi ingombranti. In primis, infatti, bisogna capire che il contenitore in questione nasce per ospitare certe cose, mentre altre è bene che trovino altrove la loro sistemazione, come nel caso delle scarpe. Innanzitutto, sotto al letto dovresti posizionare le coperte e le lenzuola di ricambio, così da averle a portata di mano quando ti serviranno. In questo modo potrai anche risparmiare spazio durante la fase di organizzazione dell’armadio, sfruttando quest’ultimo in modo diverso!

E se sotto al letto c’è ancora dello spazio vacante, potrai utilizzarlo per metterci anche i cuscini e i coprimaterassi, insieme alle lenzuola da utilizzare per il letto degli ospiti. Per quel che riguarda il posizionamento delle cose, cerca di sistemare lungo i bordi la biancheria che presumibilmente ti servirà più spesso. Facciamo riferimento alle lenzuola di ricambio, così da averle immediatamente a portata di mano, senza fare troppa fatica. Al contrario, le coperte invernali possono essere lasciate al centro del contenitore del letto, dato che non ti serviranno nell’immediato, ma soltanto quando arriverà l’inverno.

C’è anche chi decide di organizzare il contenitore del letto usandolo come “ripostiglio” per la biancheria da bagno, gli accappatoi e gli asciugamani. Può essere una buona soluzione da tenere a mente, soprattutto se hai delle difficoltà ad organizzare il bagno perché troppo piccolo e poco spazioso!

Per concludere questo capitolo, ricorda che alcune cose non sono adatte per il contenitore del letto. Le già citate scarpe ad esempio, per un’ovvia questione di igiene e di odori, ma anche le valigie, per lo stesso motivo.

Organizzare lo spazio del letto contenitore con gli accessori giusti

1. Il contenitore sottoletto

Una volta che hai deciso cosa sistemare sotto al letto, sappi che ci sono una serie di accessori che possono davvero facilitarti la vita. Il primo della nostra lista è il contenitore sottoletto, specificatamente progettato per queste esigenze. Si tratta di una borsa semi-rigida che potrai riempire con le coperte e le lenzuola, per conservarle in modo più ordinato, e per proteggerle dalla polvere. La “faccia” di queste scatole è trasparente, con una sorta di finestra in plastica che ti consente di vedere cosa contiene.

Le dimensioni di questi accessori sono perfette per il contenitore del letto, tanto da misurare circa 100 x 50 x 20 centimetri. La capacità corrisponde a 100 litri, ovvero quanto basta per ospitare senza problemi 6 o 7 lenzuola, o in alternativa la trapunta matrimoniale. Naturalmente potrai usarla per qualsiasi cosa, dalle coperte invernali fino alla biancheria del bagno, insieme alle t-shirt, alle felpe e via discorrendo. Nessuno, infatti, ti impedisce di usare questi contenitori anche nell’armadio, e potrai persino usarli per organizzare il garage, inserendo giocattoli e altro!

Altri vantaggi di queste scatole? Quando non le usi possono essere ripiegate, così da occupare pochissimo spazio, conservandole senza problemi di ingombro. Inoltre, la loro ermeticità mette al riparo il contenuto da polvere e acari, ma anche dai cattivi odori e dall’umidità, visto che sono realizzate in tessuto traspirante.

2. Il large organizer

Un secondo accessorio a nostro avviso indispensabile, quando si tratta di organizzare lo spazio del letto contenitore, è il large organizer. La struttura è praticamente identica a quella dei contenitori sottoletto, descritti poco sopra, ma con una differenza: invece di avere una scatola larga, ne avrai una più compatta. In sintesi, potrai ad esempio usare il nostro set di 3 organizer per suddividere le tipologie di cose che conserverai sotto al letto, dalla biancheria alle lenzuola, passando per coperte, asciugamani e molto altro ancora.

3. I sacchi sottovuoto salvaspazio

Infine, potremmo mai non citare i sacchi sottovuoto salvaspazio? Sono un vero must per chi desidera organizzare lo spazio del letto contenitore, praticamente un evergreen che non passa mai di moda. Il loro funzionamento è semplice da spiegare: si mettono dentro le coperte o le lenzuola, si collega la pompa manuale o l’aspirapolvere all’apposito collettore, si risucchia l’aria e si crea il vuoto. In questa maniera, si può ridurre l’ingombro della biancheria fino all’80%, risparmiando tantissimo spazio.

Chiaramente i vantaggi di questi sacchi non finiscono qui. Se stirerai per bene le cose, una volta conservate manterranno intatta la loro forma, così da evitare di sgualcirle e di rovinarle. Non a caso, i sacchetti in questione possono essere usati senza problemi anche per comprimere le coperte, le trapunte e i cuscini!

Altri consigli preziosi per il letto contenitore

C’è un altro metodo che potresti trovare interessante: organizzare lo spazio del letto contenitore per conservare tutti i capi fuori stagione, saltati fuori dopo il cambio di stagione dell’armadio. Se hai un guardaroba con i centimetri contati, o se preferisci sfruttare questi ultimi in modo diverso, allora il letto contenitore diventa una preziosa risorsa. Anche in questo caso, gli accessori visti poco sopra ti potranno dare una mano d’aiuto fondamentale, sia per una questione di protezione dei capi, sia per ottimizzarne l’ingombro!

Naturalmente l’organizzazione del letto contenitore dipende anche dal modello che hai scelto di acquistare. Il meccanismo di sollevamento diagonale è meno pratico, quando hai la necessità di recuperare le cose contenute nel letto e sistemate verso la testiera. Al contrario, i letti con sollevamento parallelo sono i più comodi per raggiungere qualsiasi zona del contenitore, ma producono un ingombro maggiore e hanno un prezzo più alto.

Prima di salutarci, vorremmo tornare sull’argomento scatole, perché in realtà non abbiamo ancora citato i classici contenitori aperti. Questi ultimi, a dire il vero, non sono l’ideale per organizzare il contenitore del letto, perché non avendo una copertura sono facilmente soggetti all’invasione della polvere. Di contro, sono ovviamente più facili da gestire: ti basterà aprire il letto e “pescare” ciò che ti serve, senza la necessità di aprirli o di estrarli dalla loro nicchia.

Infine, ricordati sempre di pulire come minimo 1 volta al mese il contenitore del letto, svuotandolo ed eliminando polvere, sporco e capelli!

Altri articoli consigliati per te:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post