I Nostri Bestsellers

Scopri tutti i nostri prodotti

come piegare i calzini

Come piegare i calzini e dove riporli in camera da letto

Sono piccoli, è vero, ma non per questo devono essere sottovalutati. Tutt’altro, perché i calzini rappresentano un indumento essenziale per tutti noi, ed è anche piuttosto facile perderli. Basti pensare alla disperazione che monta quando la nostra lavatrice se li “mangia”, o quando una mancata organizzazione crea un cassetto pieno di calze spaiate. Di conseguenza, è essenziale organizzarsi per bene, ed ecco perché oggi scopriremo insieme come piegare i calzini e dove riporli in camera da letto.

Come piegare i calzini?

Ci sono pochi ma determinanti step da seguire, per capire come piegare le calze e fare in modo di ordinarle a coppie, con precisione. Ecco qui i consigli più utili.

  • Sovrapponi le calze a croce: prendi un paio di calzini e mettili l’uno sopra l’altro, in senso trasversale, a croce.
  • Piegali a metà: prendi la parte inferiore del calzino in basso e sollevala fino a coprire il centro del calzino che si trova in cima, e fai la stessa cosa con l’altra estremità.
  • Piegali a metà (2): ripeti l’operazione per il calzino che si trova in cima, sollevando e piegando entrambe le estremità. In questo modo otterrai una sorta di “pacchetto”.

Questa tecnica è ideale per piegare i calzini corti, ma è efficace anche con quelli leggermente più lunghi. In questo caso una parte delle estremità “uscirà” dal nostro pacchetto, ma è del tutto normale. Per porre rimedio a questa piccola imprecisione, è possibile inserire i lembi che fuoriescono all’interno delle pieghe create sovrapponendo le calze.

In realtà esistono mille modi diversi per ordinare i calzini, e alcuni di questi metodi meritano un ulteriore approfondimento.

  • Metodo militare: i soldati arrotolano i calzini e usano il lembo superiore di una calza per inserire al suo interno la seconda. Si tratta di un sistema incredibilmente efficace, e soprattutto ideale per evitare di perderli.
  • Ripiegarle dal polsino: si tratta di una tecnica più complessa, ma ugualmente efficace. In pratica, bisogna sovrapporre le calze, piegare verso l’interno le due estremità e bloccare le punte inserendole dentro al polsino.

Come puoi vedere, le alternative non mancano di certo. Alcune di queste richiedono una buona dose di pratica, come il ripiegamento dal polsino o la tecnica a croce. Altre sono immediate e molto facili da imparare, come l’arrotolamento in stile militare.

Altri consigli per piegare le calze

Come piegare i calzini fantasmini?

La tecnica migliore per piegare i calzini fantasmini è quella militare. Vuol dire che conviene arrotolarli, dato che non sono abbastanza lunghi per applicare altri metodi come quello a croce.

Come piegare i calzini corti?

Anche in questo caso, il metodo militare è il più adatto in assoluto, ma si può anche optare per la classica piegatura a croce, a patto di fare molta attenzione a mantenere allineati i lembi.

Come piegare i calzini da uomo?

Non c’è differenza tra la piegatura dei calzini da uomo e quella dei calzini da donna, ma se vuoi ottenere un risultato particolarmente ordinato, ecco il nostro consiglio: sfrutta la tecnica del ripiegamento dal polsino.

Come piegare i calzini lunghi?

Il modo migliore per piegare i calzini lunghi è sfruttare il metodo a croce. In tal caso, infatti, le calze sono abbastanza lunghe da permettere la sovrapposizione dei lembi e la realizzazione del classico “pacchetto”.

Come piegare i calzini col metodo KonMari?

Il metodo KonMari, sviluppato da Marie Kondo, prevede anche un sistema per organizzare i calzini, che ricorda molto da vicino quello militare. La tecnica, nota come “tunnel”, funziona così: bisogna piegare il calzino partendo dalla punta, arrivando al tallone, e poi fare la stessa cosa col polsino. A quel punto basta rivoltare il calzino inserendo tutto dentro al polsino.

Dove riporre i calzini in camera da letto?

Il cassetto dei calzini è la scelta più ovvia, ma ci sono dei sistemi per dare maggiore ordine al tutto. Per farti un esempio concreto, è possibile usare gli organizer per cassetti per riporre i calzini, così da sfruttare tutto lo spazio e avere sempre a portata di mano ogni paio.

Ma se non hai un cassetto per i calzini, o se quest’ultimo è pieno, ci sono altre opzioni. Potresti riporli in un cassetto del comò, su uno scaffale, in un cestino e persino in una scatola di scarpe. Assicurati però di organizzarli e di piegarli usando una delle tecniche viste oggi.

C’è addirittura chi arrotola i calzini in palline e li infila dentro le scarpe, ma non è un metodo particolarmente consigliato, per un motivo: è poco pratico e soprattutto è poco igienico. Tenendo i calzini dentro le scarpe, infatti, si favorisce la proliferazione dei batteri e la formazione dei cattivi odori.

Infine, se si parla di metodi creativi o alternativi per riporre i calzini in camera da letto, ecco il portagioie da appendere dentro l’armadio!

Altri articoli consigliati per te:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post