I Nostri Bestsellers

Scopri tutti i nostri prodotti

come organizzare la dispensa

Come organizzare la dispensa per non sprecare cibo

Oggi scopriamo insieme come organizzare la dispensa in cucina, gli accessori per farlo e come usare i contenitori nel modo giusto.

L’organizzazione della dispensa è uno step che ognuno di noi dovrebbe affrontare, sia per razionalizzare gli spazi in cucina, sia per evitare di sprecare cibo. Significa pianificare una situazione positiva non solo per noi, ma anche per il portafogli e per l’ambiente. Una dispensa organizzata a puntino, infatti, ci consente di individuare immediatamente quali sono i cibi in scadenza, così da poterli consumare prima della “deadline”.

Consigli utili per organizzare la dispensa in cucina

1. Logica e pulizia, prima di ogni altra cosa

Partiamo dalle basi: una dispensa organizzata con una sua logica, immediatamente identificabile, ci permette innanzitutto di accelerare i tempi in cucina e di trovare subito ciò che cerchiamo. In secondo luogo, ci dà la possibilità di individuare immediatamente i cibi in scadenza, così da poterli utilizzare senza sprecare soldi e risorse preziose. La pulizia, invece, è fondamentale per evitare la “piaga” delle farfalline e il proliferare dei parassiti. Ricorda, infatti, che in cucina l’igiene non è un optional!

Nota: organizzare la dispensa con logica vuol dire anche separare gli alimenti per tipologia, ma questo discorso lo affronteremo nel capitolo dedicato ai contenitori.

2. Sistemare la dispensa in un luogo accessibile

Non esiste cosa peggiore che sistemare la dispensa lontano dai fornelli e dalla zona lavaggio. Questi tre elementi dovrebbero formare una sorta di triangolo, all’interno del quale chi cucina dovrebbe potersi muovere agilmente, senza perdere troppo tempo e senza ostacoli. Una sistemazione ideale vede la zona lavello al centro, la zona cottura di lato e la dispensa al lato opposto, insieme al frigorifero. Ovviamente non sempre è possibile ottenere questo risultato, dipendentemente dalla configurazione della cucina, però è opportuno cercare di ridurre le distanze.

3. Sfruttare al massimo anche le pareti

Spesso le dispense vengono riempite di scatole e scatolette fino all’orlo, creando un caos totale, che ci impedirà di organizzarle con logica e con intelligenza. Se non possiamo moltiplicare gli spazi, e spesso è così, conviene farsi furbi e sfruttare anche i muri. Per farti un esempio concreto, potresti installare una mini dispensa a parete, così da ottenere un prezioso spazio extra per riporre alcuni degli oggetti tipici, come i contenitori in vetro per le spezie. Inoltre, è una soluzione ottima per avere subito a portata di mano le cose che usiamo più di frequente!

I contenitori per organizzare la dispensa: una panoramica

Se hai la necessità di organizzare la dispensa in cucina, sappi che ci sono i contenitori che possono darti una preziosissima mano d’aiuto. Per prima cosa, questi accessori sono a dir poco indispensabili per separare gli alimenti per tipologia. Per fare un esempio pratico, i classici contenitori di vetro sono ottimi per conservare alimenti come il sale, la pasta e il riso, mentre i contenitori di latta sono più adatti per il caffè, i biscotti, lo zucchero e le confezioni aperte.

I contenitori di plastica, a loro volta, risultano eccezionali per la conservazione di zucchero e farina. E c’è un motivo: dato che solitamente questi alimenti sono conservati nelle classiche buste di carta, nel caso dovessero bucarsi non combinerai un pasticcio sporcando tutta la dispensa. Allo stesso modo, noi ti consigliamo di utilizzare le scatole trasparenti, per una ragione che ti abbiamo già spiegato nella nostra guida su come organizzare i cosmetici e i trucchi. Potrai vedere subito al loro interno, così non perderai tempo in una sorta di caccia al tesoro!

Naturalmente le scatole devono essere etichettate, così saprai sempre come e dove muoverti, risparmiando ulteriore tempo.

Come organizzare la dispensa per non sprecare cibo

Il tuo mantra dev’essere sempre questo: organizzare la dispensa in cucina per non sprecare del prezioso cibo. Purtroppo le scadenze sono una “ghigliottina” che incombe spesso sulla testa del nostro portafogli: con i ritmi frenetici di oggi, infatti, è facile perdere il conto e perdersi per strada questa o quella confezione, con il rischio che possa finire direttamente nel cestino della spazzatura. Come evitarlo?

Innanzitutto, raggruppando i contenitori per tipologia potrai già mantenere meglio il polso della situazione. Inoltre, puoi scrivere la scadenza a lettere (e numeri) cubitali sulla confezione di ogni prodotto, con un pennarello. Questo ti aiuterà ad identificare subito la data, così diminuirai drasticamente il pericolo di sprecare cibo e soldi. Poi c’è il sistema della fila indiana, che noi ti consigliamo di applicare il prima possibile.

Come è facile immaginare, dovrai sistemare le confezioni per… cronologia, posizionando prima i cibi con scadenza a breve termine, e via via tutti gli altri, in fila indiana. Combinando questo sistema con la suddivisione per tipologia e la scadenza scritta col pennarello, ti assicuriamo che sarà difficilissimo sbagliarsi!

Gli accessori per organizzare la dispensa al meglio

Non solo barattoli, scatole e contenitori trasparenti, perché ci sono tanti altri accessori utili, che ti consentiranno una perfetta organizzazione della dispensa in cucina. Basti fare l’esempio dei moduli estraibili, ideali per la suddivisione in tipologia degli alimenti, e anche per velocizzare la “pesca” in dispensa. La rastrelliera, invece, è un grande classico che potrai sfruttare per la sistemazione delle bottiglie di vino, mentre le barre porta-tutto sono ottime per installare una dispensa extra a parete.

Volendo puoi installare delle mensole extra anche sulle ante della dispensa, cosa che ti aiuterà a ricavare altro spazio utile per evitare il caos al suo interno. Poi, se non ti dispiace un tocco di fai da te, potresti trovare geniale la soluzione dei cassetti scorrevoli all’interno della dispensa. Al pari dei moduli estraibili, sono ottimi per avere una panoramica immediata dei cibi e dei vari contenitori, e per non farsi sfuggire nessuna scadenza.

Prima di salutarci, vorremmo ritornare sul discorso del fai da te, come sempre ottimo per organizzare la dispensa in cucina ottimizzando gli spazi. Potresti ad esempio installare dei ripiani (scorrevoli o meno) decidendo tu l’altezza di ognuno di essi, così da razionalizzare ancor di più la situazione!

Altri articoli consigliati per te:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post