I Nostri Bestsellers

Scopri tutti i nostri prodotti

come organizzare il frigorifero

Come organizzare il frigorifero per non sprecare cibo

Vuoi scoprire come organizzare il frigorifero per non sprecare cibo? Allora ti consigliamo di proseguire con la lettura!

Una casa votata al risparmio energetico e al rispetto dell’ecosistema, oggi, non può fare a meno di seguire certe regole. Regole che valgono anche e soprattutto per elettrodomestici “energivori” come il frigorifero. Di contro, qui non si parla soltanto di ridurre i consumi in bolletta, ma anche di organizzare il frigo in maniera intelligente, per evitare sprechi di cibo (e di soldi). Dai contenitori agli accessori, passando per le best practices da seguire, oggi vedremo insieme tutti i consigli più utili per evitare di sprecare preziose risorse.

Come organizzare gli alimenti nel frigorifero?

Secondo noi, il passaggio fondamentale è capire come organizzare il frigorifero sistemando nel modo corretto gli alimenti. Naturalmente il primo consiglio è forse il più scontato, ma anche quello che viene spesso ignorato: ogni frigo ha degli appositi spazi per contenere determinati cibi, quindi sarebbe sciocco non sfruttarli per quello scopo. I cassetti in basso sono lì per la verdura e la frutta, quelli in alto per i formaggi, lo yogurt e i dolci. Al centro, invece, conviene sempre mettere gli alimenti cotti e gli affettati, mentre sul ripiano basso bisogna sistemare la carne, il pesce e gli alimenti crudi.

Ovviamente le salse e le bevande dovrebbero essere sistemate negli scaffali sullo sportello. L’unica eccezione vale per le uova: anche se sono presenti le nicchie apposite, conviene sempre lasciarle nella loro confezione, per evitare qualsiasi rischio di contaminazione. I batteri presenti sui gusci, infatti, tendono a “traslocare” sugli alimenti in caso di contatto, ed è meglio evitarlo. Inoltre, il ripiano normalmente dedicato alle uova è inadatto per un altro motivo: essendo sullo sportello, è facilmente soggetto a variazioni repentine di temperatura, per via dell’apertura del frigo!

Un approfondimento sulle temperature

Ogni frigorifero viene suddiviso in 3 zone, ognuna con le proprie temperature: abbiamo l’area fredda, l’area fresca e l’area moderata. Considera che la zona fredda, a seconda del modello di frigo, potrebbe essere in alto o in basso (non esiste una regola precisa), quindi controlla sempre le temperature per capirlo.

  • Zona fredda (temperatura da 2 a 4 gradi): progettata per ospitare carne, pesce, crostacei, alimenti crudi, formaggi e latticini.
  • Zona fresca (temperatura da 5 a 7 gradi): qui dovrai sistemare gli alimenti cotti, gli avanzi e i dolci.
  • Zona moderata (sportello): bevande, salse, burro, condimenti vari.

I contenitori per organizzare il frigorifero

Nessuno ti impedisce di sistemare gli alimenti “a nudo”, ma il suggerimento è di usare sempre i contenitori per organizzare il frigorifero. Ricordati che la corretta conservazione dei cibi passa in gran parte da questi accessori, come nel caso degli alimenti che devono essere tenuti sottovuoto, per mantenersi nel tempo. Inoltre, i contenitori di questo tipo impediscono al frigo di puzzare come i peggiori bar di Caracas, e scongiurano il pericolo della contaminazione fra i vari alimenti. Un rischio da non correre mai, soprattutto se in casa sono presenti persone allergiche o con intolleranze alimentari!

I contenitori aperti possono rappresentare una soluzione utile per i cibi che non richiedono il sottovuoto, ma devono comunque essere isolati con la pellicola trasparente. In secondo luogo, i contenitori ti danno la possibilità di attaccare delle etichette con la data di scadenza: un trucco che abbiamo già visto nella guida su come organizzare la dispensa, e che risulta utilissimo anche per evitare di sprecare gli alimenti nel frigorifero.

Gli altri accessori per organizzare il frigorifero

Fra vasche, vaschette e vascone, il set di accessori per l’organizzazione del frigo presenta un catalogo quasi infinito. I contenitori di plastica, senza coperchio, possono diventare un utile strumento per organizzare (per fare un esempio) le lattine di birra. Poi ci sono alcuni gadget come le vaschette estraibili, che aiutano a suddividere in scomparti i vari ripiani del frigo, così da ottimizzarne lo spazio.

Un altro accessorio interessante è la stuoia in silicone: un vero e proprio tappetino che serve per proteggere i ripiani dalle colature degli alimenti, e per preservare la freschezza dei cibi, in quanto trattiene l’umidità. Impossibile poi non citare i contenitori per uova con coperchio, da posizionare nei ripiani al centro del frigorifero. Altre opzioni davvero geniali, oltre che semplici ed economiche, sono gli organizer a scomparsa da agganciare sotto i ripiani, e i contenitori per alimenti specifici. Vuoi qualche esempio?

  • Il “Salvaformaggio”: un contenitore progettato appositamente per conservare il formaggio. Le sue peculiarità? Ha un vassoietto interno estraibile in silicone, e una struttura che permette di mantenere gli aromi!
  • Il contenitore per affettati: super sottile, si tratta di una sorta di “busta rigida” appositamente progettata per contenere le fette dei salumi.

Di esempi come questi ne troviamo a bizzeffe, quindi di certo non mancano gli accessori e i contenitori per organizzare il frigorifero. Basta farsi un giretto online per trovare di tutto e di più, e per divertirsi con l’organizzazione degli spazi e degli alimenti spendendo davvero poco!

Come organizzare il frigorifero: altre dritte utili

Ti consigliamo di fare sempre molta attenzione alle temperature interne del frigo. Qui c’entra poco l’organizzazione, ma è un fattore chiave per conservare correttamente gli alimenti e per evitare così gli sprechi. Di norma la temperatura della zona fredda dovrebbe oscillare tra i 2 e i 4 gradi celsius: per monitorarla, puoi acquistare un semplicissimo termometro da frigo. 

Ritornando all’organizzazione, ricordati sempre di non appoggiare gli alimenti alle pareti interne del frigorifero. Se lo farai, l’aria fredda non riuscirà a circolare nella maniera corretta, creando degli scompensi potenzialmente nocivi per la conservazione degli alimenti. Il frigo deve essere riempito il giusto e mai in eccesso: un numero esagerato di alimenti costringerebbe il motore agli straordinari, con tutte le conseguenze del caso in bolletta!

Un altro suggerimento utile? Tieni sempre separata la frutta dalla verdura. Alcuni frutti, infatti, secernono delle sostanze che possono velocizzare la maturazione delle verdure, portandole ad esempio all’ingiallimento. Come puoi sfruttare al meglio lo sportello del frigo? Essendo la zona più calda, è adatta per riporre i vasetti delle conserve e delle marmellate, insieme al miele, ai condimenti e alle salse.

Altri articoli consigliati per te:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post